Sulla scia delle Ali della Libertà

Service Nazionale 

 

 

Il sovraffollamento carcerario è un’emergenza che affligge il nostro Stato sia dal punto di vista sociale, in quanto la pena detentiva, in forza della sua funzione retributiva, è la prima ed irrinunciabile “arma” di prevenzione degli illeciti, sia dal punto di vista economico poiché è già stata fonte di sanzioni da parte della Comunità Europea.

Spesso lo Stato si trova costretto ad approvare provvedimenti di emergenza e/o deflativi finalizzati esclusivamente alla riduzione dei detenuti e la comunità civile a dover gestire, il più delle volte, ex carcerati non socializzati, oltre ai “costi” derivanti dalle sanzioni e dai risarcimenti per le violazioni ai diritti fondamentali.

L’obiettivo del progetto è quello di sostenere la ri-socializzazione e la ri- educazione dei detenuti, fornendo loro gli strumenti e/o collaborando con l’Amministrazione carceraria (in particolare con il servizio di rieducazione) nel fornirli, affinché non tornino a delinquere.

Il progetto prevede una raccolta di libri da destinare alla biblioteche e/o ai programmi di studio nelle carceri del Distretto.