FormAction, una formazione tra racconti, viaggi e divertimento. Per conoscere il Rotaract e scoprire i suoi valori

Con il suono della campana e il saluto alle bandiere virtuale, si è aperta la giornata di formazione dedicata ai soci e soprattutto a quelli che saranno i soci del domani. Attraverso la piattaforma Zoom, domenica 17 gennaio tanti hanno partecipato virtualmente ad un pomeriggio di confronto, conoscenza, ascolto e scoperta del mondo e dei valori rotaractiani, con una modalità nuova, interattiva, oltre che divertente e sempre intensa e ricca di spunti di riflessione.

Nato dall’idea dell’Istruttore Distrettuale, Lorenza Spinosa, FormAction ha visto la partecipazione di quattro protagonisti che hanno condiviso le loro esperienze, le loro conoscenze e anche le loro storie di vita sociale, di club e personale con gli aspiranti soci e con coloro che da tempo vivono l’associazione.

Nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia che impedisce di incontrarsi, l’evento online è stato coinvolgente e leggero, il perfetto mix di nozioni rotaractiane e testimonianze dirette, per far conoscere ai soci cosa è il Rotaract, le azioni, l’impegno, le tante attività e soprattutto i valori come Amicizia e Comprensione, Etica e Integrità, Diversità e Disponibilità, Leadership e Servizio che esistono davvero ed accomunano tutti i soci.

Ad aprire i lavori di formazione, il saluto del Governatore del Distretto Rotary 2090, Rossella Piccirilli e della Segretaria Nuove Generazioni per il 2090 Gianna Prapotnich che hanno sottolineato il valore della formazione e si sono complimentati con la squadra distrettuale per il lavoro.

Poi si è entrati nel vivo, prima il saluto della Rappresentante Distrettuale del Distretto Rotaract 2090 Arianna Bianchi, poi l’introduzione firmata da Lorenza Spinosa, infine i quattro ospiti.

Prima fra tutti Maria Vittoria Gargiulo, con un curriculum personale e rotaractiano ricco di esperienze e incontri, oltre che di ruoli ricoperti e responsabilità. Per lei il Rotaract è “Rispetto, responsabilità, resilienza e gentilezza”. Così si è presentata Maria Vittoria che ha condiviso con i presenti le sue esperienze di vita rotaractiana attraverso le sue parole e le immagini che hanno raccontato di incontri, confronti e viaggi, oltre ad attività e progetti in ambito distrettuale, nazionale e anche internazionale che l’hanno vista protagonista nell’organizzazione.

 La parola poi a Gabriele Galatioto. Per lui il Rotaract è “crescita personale, professionale e sociale”. “Un Rotaractiano – ha rivelato – è per tutta la vita”. Ha iniziato con un amico, poi tutto è diventato molto più intenso. Con lui una testimonianza e un racconto ancora particolarmente vivo: la ricostruzione della facoltà di Ingegneria a L’Aquila con il service triennale “Uniti per L’Aquila”, che ha visto in campo tante iniziative per ricostruire la cultura, la speranza, la possibilità e l’opportunità di studio per tanti giovani. A tutti ha lasciato tre parole chiave: creatività, passione e infine anche studio e impegno.

Terzo ospite Federico Sparapan. Il suo motto rotaractiano è “Allegro con Brio” perché “il Rotaract deve essere vissuto con impegno, dedizione, in maniera leggera, con divertimento e spirito d’amicizia”. Con lui la formazione è stata un viaggio prima in Nepal “meraviglioso, in cui ho scoperto anche tanti aspetti nascosti e diversi del Rotaract”, poi a San Diego tra aneddoti, momenti divertenti e tanti aspetti di una vita di club ricca di nuove amicizie.

Ultima, ma non ultima, Giulia Bonelli. Il suo motto è “Il futuro appartiene a coloro che credono nella bellezza dei propri sogni”. Alla fine al Rotaract si è affezionata. Il suo viaggio dentro al Rotaract è attraverso due tappe: altrettanti service che l’hanno vista protagonista prima come socia nel reparto di Pediatria dell’ospedale di Siena e poi lo sportello Psico – Terapeutico con l’Anfas come Rappresentante Distrettuale. “Non rifiutate alcuna possibilità vi venga presentata nell’associazione, prendete tutto e provateci, vi aiuterà e imparerete. Non si nasce conoscendo un ruolo, si impara e si cresce”.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Distretto Rotaract 2090