Una Finestra sull’Infanzia

SERVICE NAZIONALE
Distretto Rotaract promotore: 2120.
Economico e Divulgativo. Contributo previsto: 20 €.

TEMATICA
Sensibilizzazione e sostegno a favore di bambini affetti da disturbi comportamentali.

INTRODUZIONE
I destinatari di questo progetto sono i bambini della fascia d’età 24-48 mesi con problematiche di ritardo dello sviluppo. Il servizio di Neuropsichiatria Infanzia e Adolescenza (NPIA) si occupa di minori della fascia 0-18 con problematiche neuropsichiatriche, neuropsicologiche e psichiatriche. La fascia 24-48 mesi è una delle più delicate ed è anche quella in cui è possibile, riconoscendo precocemente condizioni di ritardo, progettare interventi che consentano il superamento ed il recupero delle competenze deficitarie.
Nel territorio di Taranto i disturbi del neuro sviluppo rappresentano una quota considerevole della domanda di salute mentale; comprendono i disturbi dello spettro autistico, i disturbi del linguaggio, della motricità, dell’attenzione.
Il percorso diagnostico soprattutto per i pazienti più piccoli si avvale di più strumenti e viene solitamente condotto nel contesto dei nostri ambulatori, attraverso incontri con lo specialista Neuropsichiatra Infantile, lo Psicologo dell’età evolutiva, i Terapisti (della Neuropsicomotricità, del Linguaggio). È un percorso multidisciplinare che porta alla definizione di una diagnosi e di un profilo di funzionamento. Nel percorso di valutazione/intervento è possibile inserire anche l’osservazione della interazione genitori-bambino che consente di cogliere aspetti fondamentali della relazione, utili sia all’osservatore e anche al genitore laddove venga fatto anche il video feedback. Se ciò avviene all’interno di un contesto di tipo domestico, che riproduce per quanto possibile gli elementi costitutivi di un ambiente domestico, si potranno raccogliere elementi particolarmente significativi del funzionamento del bambino e dei genitori in un contesto di tipo familiare. Per la realizzazione di tale contesto servirebbe dunque attrezzare uno spazio con le componenti essenziali di una Casa.

OBIETTIVO
Il Service si pone l’obiettivo di aiutare fattivamente la struttura nell’organizzazione delle attività fondamentali perseguite e descritte nella introduzione. In particolare, il Distretto 2120, con l’aiuto di tutti i distretti italiani, si propone di arredare in modo semplice ed essenziale, un modulo cucina, uno spazio giochi/letto, attrezzato con un divano/letto. Un Televisore a schermo piatto utilizzabile anche per rivedere le registrazioni che verranno effettuate durante la fase di osservazione; un sistema di videoregistrazione. Si creerà così un luogo di osservazione in cui la triade genitori-bambino potrà comportarsi con più naturalezza di quanto avvenga in un contesto di tipo sanitario. La costruzione di questo contesto di osservazione consentirebbe di poter aggiungere elementi di tipo naturalistico all’osservazione degli specialisti e inoltre di poter mostrare ai genitori, attraverso l’utilizzo dei video feedback, sequenze di attività particolarmente significative con la guida degli specialistici che supervisionano il percorso.
Con questo progetto, il Distretto Rotaract 2120, con l’ausilio degli altri 12 distretti, si apre alla possibilità di dare un sostegno concreto a favore di una causa ancora poco conosciuta, ma che porta con sé il disagio e la difficoltà di alcuni neogenitori di gestire al meglio i propri bambini affetti da disturbi del comportamento. Questo tipo di intervento rende possibile un netto miglioramento nella qualità di vita delle famiglie, riconoscendo precocemente condizioni di ritardo, mettere in campo interventi che consentano in alcuni casi addirittura il superamento ed il recupero di alcuni deficit, che se trascurati potrebbero sfociare in problematiche sempre più difficilmente controllabili dai genitori.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO
Ad ogni Club verrà chiesto un contributo economico di 20 €. Il carattere nazionale di un Service prevede che ogni socio d’Italia si senta parte essenziale di esso e che lo senta anche un po’ “suo”. Il Distretto Rotaract promotore del Service non esclude di poter organizzare una sorta di “consegna di persona” da chi avrà il piacere di essere presente, unendo il momento di Service a quello di convivialità in una città, Taranto, che nonostante tutto ha davvero molto da offrire.

COMMISSARIO SERVICE
Augusto Carducci, RTC L’Aquila

Distretto Rotaract 2090